scherzi e fantasia
printprintFacebook
 
Previous page | « 9 10 11 | Next page
Facebook  

TEST IMBARAZZANTE

Last Update: 10/30/2020 10:21 AM
Author
Print | Email Notification    
OFFLINE
Post: 23
Location: MILANO
Age: 15
Gender: Male
4/8/2020 8:56 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Un esperienza che non si scorderà mai sarà quello di venir spogliate davanti a dei ragazzi mentre non puoi fare nulla per impedirlo..
Infatti Giulia è la vittima di questa storia.

Inverno 2018:

In compagnia decidiamo di andare a casa di Marta per il week end, i genitori non ci sarebbero stati e ci saremmo potuti divertire.

Specialmente una sera, che iniziammo aa giocare ad obbligo o penitenza, giocammo tutti ma, Giulia, nessuno l'aveva mai vista nuda, è molto pudica e timida, ha un corpo che tutti vorrebbero vedere..

Durante il gioco, tra baci e toccatine scappò fuori l'obbligo di far vedere una parte intima al gruppo, a suo piacimento.

Lei si rifiutò, ma era il gioco e ormai doveva stare all'obbligo ma niente la convinceva.

Quindi le femmine la presero e bloccaro, stendendola a terra sul tappetto, le femmine erano circa 5/6 quindi le tenevano braccia gambe testa e una di loro la spogliò facendola rimanere in intimo.

Marta disse "ti abbiamo detto solo una parte, ma gisto che ti opponi andranno bene entrambe"

Giulia inizio ad urlare e cercare di liberarsi, mentre noimaschi ci godevamo la scena.

Allora Marte slacciò lentamente il rreggiseno di Giulia, lo fece talmente lento che era una goduria, stava facendo impazzire di vergogna alla povera Giuli.

Teneva ancora le coppe del reggiseno a coprire le tette e poi disse " e 1 e 2 e 3.." via il reggiseno a scoprire le tette di Giulia, bellissime, grandi.

Poi Marta tocca il sedere a Giulia e le afferra i lati delle mutandine mentre disse "e ora vediamo la passera com'è dai, te la apriamo per bene".

Giulia era rossissima in faccia e si stava muovendo peggio di un carcerato appena catturato.

Intanto le ragazze la tengono ferma ma per immobilizzarla ancor di più le legano le braccia dietro la schiena.

Marta tira giù le mutande a Giulia piano piano, lentamente per far vergognare di più la vittima.

" e 1 e 2 e 3.." via le mutande.

Le ragazze divaricano le gambe a Giulia e ora tutti quanti hanno un ottima visuale della sua cosina depilata.

I maschi ovviamente hanno scattato molte foto che ancora oggi (2020) abbiamo.

Poi lasciamo in pace Giulia, le ragazze la fanno rivestire e lei se ne andò.

Dopo qualche giorno ci mandò un messaggio su Whatsapp dicendoci che in realtà ne aveva bisogno per essere meno timida e cion ringrazia, se dovesse ricapitare magari avvisare prima ahaha

Stiamo solo aspettando la fine della quarantena cara Giulii ❤
OFFLINE
Post: 16
Age: 26
Gender: Female
4/9/2020 11:34 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Bravo, una storia molto interessante 😃
OFFLINE
Post: 23
Location: MILANO
Age: 15
Gender: Male
4/12/2020 2:06 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Buona Pasqua forum 🎉
Che ne dite di scrivere qualcosa? 😉
OFFLINE
Post: 23
Location: MILANO
Age: 15
Gender: Male
4/17/2020 9:57 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Qualcuno vivo? Scrivetee
OFFLINE
Post: 16
Age: 26
Gender: Female
4/18/2020 1:12 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Ciao caro, domani scrivo una storia
OFFLINE
Post: 16
Age: 26
Gender: Female
4/18/2020 8:09 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Eccomi dopo un po' di attesa
Finalmente torno a scrivere qualcosa. Grazie al cielo non è una cosa che è successa a me, ma che vengo a raccontarvi. E' una storia che ha luogo al mare, su una spiaggia piena di scogli anche alti da cui fare bellissimi tuffi, in quel della Calabria. Eravamo io e un gruppo di una decina di amici, di cui alcuni della prima storia (quella a Varigotti). Dunque, non so se vi ricordate di Giorgia, la mia amica di cui vi avevo parlato proprio in quel racconto. In quel periodo lei e io non andavamo tanto d'accordo, anche perché al mare con lei dovevo sempre stare attenta alle sue intenzioni, visto quello che mi aveva fatto l'estate prima, quando mi aveva spogliata davanti a tutti. Era sì una tipa pazzerella. Allora quel giorno eravamo in quella spiaggia e decidemmo di andare a nuoto fino a uno scoglio in mare per fare i tuffi. Io avevo messo per premura il costume intero e Giorgia già aveva iniziato a prendermi in giro chiamandomi fifona e ricordando lo spiacevole episodio dell'altra volta, mentre lei aveva i due pezzi. Allora arrivammo allo scoglio e lei salì prima di me. Ma appena mise i piedi sulle sporgenze per arrampicarsi, io da dietro le afferrai i lacci del costume di sotto e glielo abbassai fino alle caviglie. La maggior parte dei maschi ancora era giù in acqua con me e si godettero lo spettacolo, e a quel punto lei saltò giù in acqua. Nel saltare, però, il costume le si sfilò da un piede e quando Giorgia riemerse dovette stare attentissima a non farlo cadere completamente in acqua (era profonda), tenendolo con un piede solo. Mentre noi ridevamo lei si portò il piede verso il corpo per prendere il costume ma un amico si immerse e glielo sfilò del tutto, lasciandola nuda con il bacino coperto solo dall'acqua del mare. Noi stavamo ridendo a non finire e lei implorò il mio amico di ridarle il pezzo di sotto, mentre l'acqua le rinfrescava la farfallina. Solo che io non ero ancora soddisfatta, anche perchè appunto nessuno riusciva a vedere sott'acqua. L'altra volta mi aveva messa nuda a gambe aperte davanti agli altri facendomi vergognare per giorni, così stavolta volevo davvero divertirmi. Feci per levarle il reggiseno, ma lei si protesse bene con le mani. Avendo lei le mani attaccate al reggiseno, ne approfittai per infilare le mani sott'acqua per afferrarle le gambe e cercare di ribaltarla, mettendola a gambe all'aria e facendo vedere la sua nudità a tutti. Ma lei, terrorizzata, ebbe subito la reazione di mettere le mani sul mio costume intero per cercare di abbassarmelo. Finalmente lei abbassò quindi le difese e tornai ad attaccarle il reggiseno, riuscendo a sfilarglielo. Lei arrossì tantissimo prima di coprirsi di nuovo con le mani. Per concludere, le dicemmo che avrebbe riavuto indietro tutto il maltolto solo se si fosse arrampicata nuda sullo scoglio (per sua fortuna non c'era tanta gente) e accettò. Salì sullo scoglio facendo vedere a tutti il suo bellissimo culo e la farfalla, poi le lanciammo le sue cose e si rivestì.

Valiria, che fine hai fatto? 😪
The.M appena posso scrivo un altro racconto che ho in mente 🙂
OFFLINE
Post: 17
Location: DRUENTO
Age: 31
Gender: Female
4/18/2020 11:33 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Bella storia davvero.... mi ha fatto piacere sapere che ti sei vendicare su quella psicopatico. Cmq io ti avevo risposto al tuo messaggio privato ma non ho ricevuto nessuna risposta😶
OFFLINE
Post: 23
Location: MILANO
Age: 15
Gender: Male
4/26/2020 3:20 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Ciao a, tutti, ecco una storia per voi:

Estate 2018, sempre con la mia compagnia, tutti i giorni andavamo al mare e poi la sera stavamo in villa di un amico.
Ci divertivamo sempre tanto al mare anche se spesso una ragazza, Ludo, si divertiva a dare fastidio e ad abbassare costumi, lanciarci la sabbia e metterci in ridicolo.

Un giorno eravamo al mare in 5, io, Fabio,Ludo, Maria e Rebecca.
Ludo ovviamente sempre con questi scherzi quando riesce a vincere uno scherzo abbasstanza pesante su Rebecca.

Le prende le braccia e le mette dietro la schiena, poi le abbassa il reggiseno e mentre Rebecca prova a liberarsi, le sue tette vennero viste da tutti.
Stava morendo dalla vergogna.

Da quel giorno Rebecca si volle vendicare e visto che le stava pure sul caxxo decise di fare la cattiva.

Una sera eravamo in villa di Fabio e c'era pure Ludo.
Rebecca prese delle corde e ci disse il piano, noi accettammo ben che volentieri.

Stavamo facendo un bagno in piscina e ad un certo punto Rebecca chiede a Ludo di parlare in privato, cosi si allontanano ma in quel momento noi corremmo verso di loro e bloccammo Ludo.

Rebecca legò le braccia dietro la schiena e le gambe divaricate, legate da caviglia a caviglia ma con dei nodi per ogni arto in modo che non poteva ciudere le gambe.

Poi fu messa sdraiata per terra.

Rebecca: Ora mi vendico
Ludo: No ti prego scusami
Rebecca: Troppo tardi, ora vedranno pure le tue di tette.

Così dicendo le taglio con la forbice il reggiseno e glielo sfilò completamente.
Ludo aveva la sua terza di tette messa davanti a tutti.

Però nel divincolarsi riuscì a girarsi e a non far mostrare le tette.

Così Rebecca disse: Meglio così, almeno pensiamo alla passera.

Tagliò pure le mutandine e gliele sfilò completamente.

Tutti ammirarono la sua parte intima tra le gambe e Rebecca disse: ora facciamo che sentirai un po' di pressione sulla tua passera.

Così dicendo con uno sguardo disse a Fabio di toccargliela

Fabio mise un dito sulla vagina e iniziò ad accarezzare su e giù.

Ludo pregò di smetterla ma Rebe continuò: anche le tette vorrebbero sentirsi palpate.

Indicò a me di toccarle, e io le palpai le tette, toccai il capezzolo e lei stava quasi piangendo.

Infine Rebe disse: Hai capito la lezione ma non si sa mai che continuerai.. e fece una foto alla vagina e una alle tette, poi la spedì al gruppo della compagnia dicendo che se Ludo dovesse fare qualcosa di sbagliato, sapevamo cosa fare con le foto, pubblicarle.

Finito tutto lei si scusò e se ne andò, non ci diede più fastidio e ancora oggi (2020) abbiamo le foto di lei nuda.

Grazie Rebee 😂❤
OFFLINE
Post: 17
Location: DRUENTO
Age: 31
Gender: Female
5/10/2020 11:12 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Sofia... ti ho scritto in privato adesso. So che non ti arrivano le notifiche è te lo dico qui. Raga, voi altri scusate il disturbo🙄
OFFLINE
Post: 16
Age: 26
Gender: Female
5/16/2020 12:42 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Ciao a tutti, bravo The.M. Finalmente anch'io torno a scrivere qualcosa.
Allora, oggi vi racconto di un fatto fortunatamente non successo a me ma a una mia cara amica di nome Silvia, una ragazza davvero bellissima ma anche molto casta e che si vergogna per la minima cosa. Eravamo con un gruppo di 12-13 amici tra ragazze e soprattutto ragazzi, con cui avevamo preso in affitto due case in Romagna per passare qualche giorno d'estate. Poi è chiaro che ogni giorno ci ritrovavamo tutti nella stessa casa per stare insieme. Dunque, uno di quei giorni stavamo chiacchierando tutti quanti in casa, quando Silvia si accorse che l'orologio a muro (o forse un quadro) era un po'storto, così decise di salire in piedi sul divano per sistemarlo. Col caldo che faceva, Silvia indossava solo una maglietta, l'intimo e una minigonna, e chiese ad un'altra ragazza (Ginevra) il favore di mettersi dietro di lei per reggerla nel caso perdesse l'equilibrio. Non fu una brillante idea, infatti mentre Silvia sistemava l'orologio, Ginevra di colpo le sollevò la minigonna mostrando l'intimo a tutti. Silvia strillò, ma Ginevra teneva la gonna ben saldamente sollevata e Silvia dovette cercare di coprirsi solo con le mani, naturalmente senza successo. Silvia si vergognò tantissimo, a tal punto che quando finalmente Ginevra la lasciò stare, Silvia prese a inseguirla per tutta la casa, per vendicarsi. Non ricordo se anche Ginevra avesse la minigonna, ma di certo inseguirla non fu per Silvia un colpo di genio, dato che lei di sicuro ce l'aveva ed era facilmente "sollevabile". Infatti a un certo punto Ginevra si lasciò raggiungere da Silva, dopodiché iniziarono una piccola battaglia per spogliarsi a vicenda. A un certo punto Ginevra riuscì a sollevare di nuovo la gonna di Silvia e le calò lo slip, mostrando le grazie dell'amica a tutto il gruppo che osservava la scena. Silvia cercò di difendersi come riuscì, ma Ginevra la fece cadere e finì di sfilarle lo slip lasciandola nuda coperta solo dalla minigonna. Visto che Ginevra aveva intenzione di levarle anche quella, Silvia scappò in un'altra stanza con la mini che ogni tanto faceva su e giù 🙊 per la gioia dei nostri amici. Ginevra la rincorreva intorno a un tavolo, poi anche Sara un'altra ragazza si unì a lei e fermarono Silvia, sollevandole la minigonna ma stavolta sotto era nuda 😬. La cosa durò un po' di secondi, anche perché poi Silvia cadde e rimase a gambe aperte... vabbè dai, quel giorno non fu tanto piacevole per lei. Dopo alcuni secondi Ginevra e Sara la fecero rivestire, grazie al cielo prima che potessero farle foto o video.
Bene raga, vedrò se scrivere qualcos'altro, nel frattempo vi saluto 👋
OFFLINE
Post: 17
Location: DRUENTO
Age: 31
Gender: Female
5/18/2020 7:47 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Un buon giorno a tutti ragazzi. Come ben sapete chi abita in un luogo balneare ha la fortuna di farsi il bagno già da ora. Cosa che ho potuto fare io. Attualmente però non si trova molta gente, anzi nessuno tranne qualche pescatore occasionale. Proprio avant ieri mi sono messa a camminare sulla spiaggia e vedo un tizio on lontananza a prendere il sole completamente rilassato. Più mi avvicino e più mi rendo conto che questo tizio è completamente nudo. Infondo era un posto isolato di suo è per giunta in sto periodo non c era nessuno. Lui, non si accorse di me quando fui vicina perché dormiva. Allora io mi dissi, da grande stronzo, di andare li a chiedergli l ora. Quando fui davanti a lui ancora dormiva. Di fosixo era abbastanza asciutto, carnagoone chiara e come altezza direi tra ol metro e 17/80(e per chi se lo stesse vedendo per la sbirciatina che ho dato tra le gambi non era affatto messo male).una volta li pensai di risvegliarlo chiedendogli una domanda banale"che ore sobo".
Lui si sveglio, ma per i primi 3 secondi non aveva realizzato di essere nudo davanti a me. Ma quando se ne rese conto si agito come un pesce fuor d acqua per poi cercare di coprirsi alla meno peggio con la tovaglia.
Io mi misi a ridere per la reazione è lui che sperava che me ne andassi il prima possibile. Mi disse che l ora non la sapeva è che voleva essere lasciato in tranquillità
Io facevo la finta tonta è facevo prolungate la conversazione. Dopo un Po me ne andai via è lo lasciai solo.
Quando feci la strada del ritorno chissà per che prendeva il sole col costume😄
OFFLINE
Post: 4
Location: VERCELLI
Age: 55
Gender: Male
5/27/2020 2:50 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Re:
Valiria89, 18/05/2020 07:47:

Un buon giorno a tutti ragazzi. Come ben sapete chi abita in un luogo balneare ha la fortuna di farsi il bagno già da ora. Cosa che ho potuto fare io. Attualmente però non si trova molta gente, anzi nessuno tranne qualche pescatore occasionale. Proprio avant ieri mi sono messa a camminare sulla spiaggia e vedo un tizio on lontananza a prendere il sole completamente rilassato. Più mi avvicino e più mi rendo conto che questo tizio è completamente nudo. Infondo era un posto isolato di suo è per giunta in sto periodo non c era nessuno. Lui, non si accorse di me quando fui vicina perché dormiva. Allora io mi dissi, da grande stronzo, di andare li a chiedergli l ora. Quando fui davanti a lui ancora dormiva. Di fosixo era abbastanza asciutto, carnagoone chiara e come altezza direi tra ol metro e 17/80(e per chi se lo stesse vedendo per la sbirciatina che ho dato tra le gambi non era affatto messo male).una volta li pensai di risvegliarlo chiedendogli una domanda banale"che ore sobo".
Lui si sveglio, ma per i primi 3 secondi non aveva realizzato di essere nudo davanti a me. Ma quando se ne rese conto si agito come un pesce fuor d acqua per poi cercare di coprirsi alla meno peggio con la tovaglia.
Io mi misi a ridere per la reazione è lui che sperava che me ne andassi il prima possibile. Mi disse che l ora non la sapeva è che voleva essere lasciato in tranquillità
Io facevo la finta tonta è facevo prolungate la conversazione. Dopo un Po me ne andai via è lo lasciai solo.
Quando feci la strada del ritorno chissà per che prendeva il sole col costume😄



spero che la smetti di prendere in giro gli utenti onesti di questo forum....sei un lurido falso

OFFLINE
Post: 23
Location: MILANO
Age: 15
Gender: Male
5/30/2020 2:40 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Racconto ioo

Estate 2019

Eravamo io Giulia Enrico e Giada

Giada fa sempre dispetti che però sono divertenti alla fine, specialmente quando denuda Giulia.

Giulia un giorno si volle vendicare e quando Giada stava sul lettino a dormire, le mette le mani sotto il lettino e le mette delle manette di plastica dura, così non poteva alzarsi avendo le mani occupate.

Alzò le gambe in alto e Enrico tenè una gamba mentre Giulia l'altra, separate a gamve aperte Giada si sveglia non capendo e presa dal panico urlò ma così facendo attirava solo più gente.

Giulia mi disse di levare il costume a Giada, che sentendo queste parole iniziò a divincolarsi da matti ma riuscì a levarlo.

La sua patatina era messa in bella vista e che spettacolo, così gliela aprii ed era meravigliosa.

Giulia si scambiò di posto con me e mentre io tenevo la gamba, Giulia le massaggiava la parte intima.

Poi non si sa come Giada si libera e si copre, così la lasciamo e da quel giorno non ha fatto più scherzi.. Eh vabbé ma che spettacolo Giada 😍

Ovviamente i nomi sono stati cambiati per coprire l'identità di queste persone
OFFLINE
Post: 24
Location: MILANO
Age: 30
Gender: Male
8/13/2020 6:43 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Qualcuno è ancora qua o il forum è ufficialmente morto?
OFFLINE
Post: 23
Location: MILANO
Age: 15
Gender: Male
8/17/2020 6:49 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Alessio-19, 13/08/2020 18:43:

Qualcuno è ancora qua o il forum è ufficialmente morto?

Purtroppo è morto, ci sarei ancora io ma nessuno più scrive uffa 🙄
OFFLINE
Post: 16
Age: 26
Gender: Female
8/21/2020 10:39 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Ciao, se volete io ci sono
OFFLINE
Post: 1
Age: 21
Gender: Male
10/19/2020 4:08 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Era Ferragosto e avevamo organizzato una festa in campagna, visto che, a causa del Covid, era vietato organizzare o partecipare a feste in spiaggia. Eravamo una ventina di persone tra ragazzi e ragazze e tra questi vi era Alessia: 18 anni, magra, una terza abbondante e un culetto bello sodo. Era considerata la più antipatica tra le ragazze, in quanto se la tirava più del necessario, risultando non molto gradita.
Questo, unito all’enorme quantità di alcol a disposizione, generò uno scherzo imbarazzante ai danni della ragazza. Le sue amiche decisero infatti di umiliarla di fronte a tutti (ragazzi compresi).
Alessia era di fronte al frigo e, mentre stava per prendere una birra, venne bloccata da dietro e trascinata in mezzo alla stanza da tre ragazze. Inizialmente rideva, ignara di ciò che le sue amiche avevano in mente. Nel frattempo tutti, ragazzi e ragazze fummo attirati da quel che stava succedendo.
“Che ne dite se la lasciamo in intimo di fronte a tutti questi bei ragazzi, visto che va tanto fiera del suo fisico?” disse una di loro.
Le risate di Alessia lasciarono posto a un’espressione di terrore. Non poteva essere, stavano bluffando per spaventarla.
Ma purtroppo per lei, erano serie. I ragazzi iniziarono urlare in coro: “SII”.
“Iniziamo dalla parte di sopra?”
“SII”
“Vi prego, nuda no.”
Ma ignorarono le sue suppliche e sfilarono, con un po’ difficoltà, la maglia attillata. Ne uscirono fuori due meloni belli sodi, che appena vennero lasciati liberi rimbalzarono più volte. Le ragazze iniziarono a ridere, mentre gli occhi dei ragazzi seguivano la traiettoria descritta dalle tette di Alessia. Erano tutti gli occhi fissi su di lei.
Avendo le braccia bloccate, oltre che morire dalla vergogna, non poté fare nulla. Si limitò ad abbassare gli occhi con terrore, notando che le sue tette erano lì, mostrate a tutti, che potevano godere di quel bellissimo panorama. Ma la serata per lei era appena iniziata.
Una delle ragazze urlò: “Adesso toglietele anche i pantaloni. Non mi sembra corretto nei confronti dei ragazzi fargli vedere soltanto una piccola parte di quello che stasera ha da offrirci.”
Alessia non poteva credere alle proprie orecchie. Stava per essere denudata di fronte alle sue amiche e soprattutto a una decina di ragazzi, pronti a elaborare le migliori fantasie su di lei.
La fecero girare di spalle. I ragazzi iniziarono a lamentarsi perché non potevano più usufruire della visione offerta dalle sue tette, ma si ammutolirono quando le ragazze tolsero i pantaloni. Un bel culo sodo e perfetto ne uscì fuori. Alessia stava pregando le amiche di non farlo vedere, ma loro non la ascoltarono.
“Al mio 3 la giriamo. 1, 2, 3.”
Alessia si mostrò completamente ai ragazzi, in intimo. Notò dei leggeri rigonfiamenti e si scandalizzò quando si rese conto che i ragazzi stavano scattando delle foto ricordo, immagini che sarebbero state oggetto di migliaia di seghe. Le ragazze risero soddisfatte e iniziarono a toccarla a turno: chi le strizzava una tetta e chi le dava dei piccoli schiaffi sul culetto, per aumentare l’umiliazione. Alessia supplicava di smetterla, ma loro continuarono. Fortunatamente per lei i ragazzi si limitarono a guardare (e a conservarne il ricordo sul proprio telefono).
Improvvisamente successe una cosa che nessuno si aspettava. Una delle ragazze aveva di nascosto preso delle forbici e, da dietro, tagliò il reggiseno. In meno di un secondo l’abbondante terza di Alessia era libera, mostrata a tutti i ragazzi. Lei iniziò a urlare. Non poteva credere che i ragazzi le stavano fissando le tette.
Si sollevarono grida, versi di approvazione. Le ragazze si piegavano dalle risate. I ragazzi si dividevano tra chi fissava le tette, chi scattava fotografie e chi, quasi di nascosto, si massaggiava il cazzo. Ma Alessia se ne accorse e li supplicò di non segarsi su di lei.
“Basta, fatemi coprire.”
Le ragazze decisero che era abbastanza. Stavano per darle i vestiti, quando uno dei ragazzi disse: “Ma ormai mostrateci la sua figa, no?”
Tutti gli altri iniziarono a gridare in coro: “SI ESCICELA.”
Alessia si congelò.
“No, la figa no. TUTTO MA NON LA FIGA.”
Una delle ragazze rispose: “Ma non possiamo deludere questi bei maschietti.”
“Vi prego, no.”
Una di loro collegò il telefono alle casse e riprodusse la famosa musica che accompagna lo spogliarello.
Mentre due ragazze le tenevano le braccia larghe per mostrare le tette al meglio, due di loro si abbassarono all’altezza della pancia e afferrarono le mutandine di Alessia. Lei iniziò a divincolarsi e a gridare. Si aggiunsero altre due ragazze a tenerla ferma. Iniziarono a sfilarle le mutande a tempo di musica, mentre i ragazzi la fissavano eccitatissimi. Dopo una lunga sofferenza (sia per Alessia sia per i ragazzi) l’unico pezzo rimasto addosso ad Alessia scomparve. Eccola, la figa della famosa Alessia. Era liscia e depilata, in perfetta forma. I ragazzi iniziarono a scattare foto, a fischiare, a indicarla, a fissarla.
Le ragazze le allargarono le gambe e iniziarono a toccarla. Si. Iniziarono a toccarle la figa. Alcune erano dolci e la accarezzavano, altre invece erano più aggressive.
E poi venne il peggio. Ordinarono ai ragazzi di fare lo stesso.
Alessia non poteva crederci. Decine di ragazze stavano per toccarla.
Le ragazze si misero dietro a tenerle gambe e mani, mentre i ragazzi a turno andavano a passarle la mano lì sotto. Le toccavano la vagina, le mettevano le dita dentro… Uno di loro iniziò a masturbarla con foga. Un altro mi mise le mani nel culo, mi avvicinò al suo cazzo e iniziò a strofinarsi.
La riempirono di ditalini. Per circa mezz’ora fu sditalinata e masturbata da chiunque, sia ragazzi sia ragazze. Finiva di essere masturbata da un ragazzo, si girava per andarsene, ma si ritrovava una ragazza che aria di superiorità la umiliava masturbandola a sua volta.
Una di loro urlò:” Ragazze, la facciamo venire di fronte a tutti?”
Così la bloccarono, le allargarono le gambe e da dietro le infilarono una mano in mezzo alle cosce. Iniziarono a masturbarla sempre più veloce, sempre più forte. Ad un certo punto Alessia urlò e spruzzò tutto per terra. Aveva appena avuto un orgasmo di fronte a tutti i ragazzi. Per alcuni di loro era la prima volta che vedeva una ragazza squirtare.
La serata continuò con una serie di umiliazioni. Continuarono a masturbarla in continuazione. Lei era sul divano, un ragazzo passava e le metteva le mani nella vagina. Si piegava a novanta per prendere una birra in frigo e una ragazza cominciò a masturbarla. Durante i balli di gruppo tutti a fissare le tette che ballavano a tempo. E i ragazzi che la palpavano ovunque di continuo. Durante il trenino a un certo punto bisognava prendere con la propria mano quella del compagno davanti facendola passare tra le sue gambe. Non c’è bisogno che io dica che il ragazzo dietro Alessia, anziché prendere la sua mano, prese la sua vagina. Continuò a massaggiarla. Lei cercava di spostarsi, ma lui era più forte e per tutto il ballo ebbe la mano del ragazzo in mezzo alle cosce.
A un certo punto il ballo richiedeva che lei si piegasse a 90. Mostro il culo e la vagina a tutti. Uno di loro si mise dietro di lei, la fece alzare, mise un braccio attorno al collo bloccandola e iniziò a masturbarla. Tutti gridavano e la incitavano, fino a quando lei venne per la seconda volta. Continuò così tutta la notte.
A un certo punto, una ragazza disse:”Tutti dentro, c’è una sorpresa per Alessia.”
Ci sedemmo sul divano, con Alessia in mezzo, ancora nuda. La televisione iniziò a riprodurre i video fatti durante la serata. Gente che masturbava Alessia, gente che le infilava le dita, che la palpava ovunque. Alessia era umiliatissima e nel frattempo, durante i video, tutti i ragazzi e le ragazze continuavano a palparla. Una ragazza, mentre lei era seduta sul divano che guardava un ragazzo che la masturbava, da dietro le mise una mano sotto il culo. Alessia fece un salto e questo permise alla ragazza di infilarle un dito nel culo. Alessia d’istinto allargò le gambe e porto le mani dietro, per togliere quelle della ragazza. Un ragazzo approfittò della vulnerabilità di Alessia e le mise la mano nella figa. Alessia era impotente. Il ragazzo cominciò a masturbarla. Alessia venne per la terza volta contemporaneamente all’Alessia del video. Quando tutto finì, tutti la salutarono con uno schiaffetto in mezzo alle gambe, sulla vagina.
Alessia si vendicò.

OFFLINE
Post: 17
Location: DRUENTO
Age: 31
Gender: Female
10/30/2020 10:21 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Ho letto il ctuo racconto e devo amnettere che é interessante. Mi e piaciuto come hai iniziato la storia in maniera tale da immergermi nel racconto. Il problema e che tu hai esagerato troppo alla fine. Sembrava quasi che scrivessi tutto quello che ti passasse per la mente ma senza renderti conto che tutte quelle cose rendevano ridicolo il racconto arrivato ad un certo punto. Non é una critica distruttiva, ma fortemente costruttiva perche se avessi mantenuto lo stato di credibilità allora sarebbe stato un racconto bellissimo. Io ti invito a scrivere un altro racconto perche credo fermamente che tu puoi fare di meglio.
Admin Thread: | Close | Move | Delete | Modify | Email Notification Previous page | « 9 10 11 | Next page
New Thread
 | 
Reply

Home Forum | Bacheca | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.2] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 3:41 PM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2020 FFZ srl - www.freeforumzone.com